Il Doppio Mnestico

Struttura e Funzionamento

Per comprendere la natura del Doppio, la sua finalità, nonché il modo con il quale questo comunica con l’Io Osservatore è necessario tenere presente il fatto che l’essere umano è (anche) descrivibile come un sistema tripartito composto da:

  1. Un Io Osservatore (IO, parte reale);
  2. Un Ego (parte virtuale fisica);
  3. Un Doppio Mnestico (DM, parte virtuale psichica, outer brain).

L’unica parte reale è l’IO perché espressione diretta della Coscienza che anima il Burattino. Perciò, sia il corpo fisico, sia il DM hanno una pura funzione di contenitore, con la conseguenza che entrambi, poiché virtuali, sono soggetti al continuo rimodellamento da parte del potere creativo. Continua a leggere Il Doppio Mnestico

Annunci

Anima

Premessa

È giunto il tempo di affrontare in modo diretto l’argomento più difficile e, senza dubbio, più pericoloso in assoluto, ossia il rapporto del singolo individuo con la sua Parte Immortale. Cercherò di farlo, per quanto possibile, senza ambiguità e senza sottacere alcunché rispetto a ciò che è stata la mia esperienza durante i molti anni del confronto con essa.

Tuttavia, devo avvertire il lettore che ciò che mi accingo a scrivere potrebbe non piacere per nulla. Vi sono, infatti, taluni tópoi (nel senso di luoghi comuni) che farò semplicemente a pezzi, nonostante il radicamento profondo che hanno in ciascuno di noi. Mi riferisco a meccanismi di vario tipo, da quelli che vorrebbero attribuire a tale parte un genere femminile piuttosto che maschile, a quelli che proiettano su quest’oggetto contenuti che non gli appartengono affatto quali l’amore, la fratellanza, la gioia, piuttosto che la colpa, il bisogno d’espiazione o di apprendimento. Continua a leggere Anima

Dinamica Endecadimensionale – Tempo

Abstract

Quel che vorrei cercare di descrivere in quest’articolo è uno specifico aspetto del funzionamento di ciò che ho denominato Campo Endecadimensionale (CE). A tale proposito, ricordo che il CE rappresenta propriamente l’aspetto dinamico del Multiverso, ossia del super-insieme composto da 2048 universi (tra i quali, anche il nostro) che definisco, altresì, la Creatura.

Ebbene, ciò che mi appresto a rappresentare è un’ipotesi di funzionamento del CE tramite le proprie, specifiche ipostasi, ossia le undici dimensioni che, grazie a combinazioni semplici, danno origine a tutti i 2048 universi esistenti.

Di seguito, intendo proporre un’ipotesi di lettura per una specifica anomalia che ritengo presente nella dimensione Tempo. Continua a leggere Dinamica Endecadimensionale – Tempo

Evolutive Resetting (Mandela Effect II)

Mandela Effect (Parte I)

Dovendo scegliere fra un aggiornamento dell’articolo originario (linkato qui sopra) e il redigerne uno nuovo, ho preferito la seconda soluzione giacché non si tratta di aggiornare ipotesi già espresse, bensì di formularne una completamente nuova e diversa. Non volendo in ogni caso ripetere cose già scritte, invito il lettore, se non l’ha già fatto, a leggere la Parte I poiché, senza quella, questa potrebbe risultare poco comprensibile. Continua a leggere Evolutive Resetting (Mandela Effect II)

La Chiusura del Cerchio

L’argomento che intendo esporre è già stato parzialmente trattato  nell’articolo dal titolo Eros e Thanatos, laddove ho descritto la morte dell’organismo biologico come l’effetto della danza di Rosso. Qui, vorrei approfondire alcuni aspetti della morte, fornendo al lettore una visione inedita e realmente sovversiva di questo elemento. Continua a leggere La Chiusura del Cerchio

Mandela Effect

La Giustizia Arcani Maggiori

Mandela Effect (Seconda Parte)

Premessa

Ho già trattato, ancorché incidentalmente, questo argomento in un articolo precedente. Qui vorrei approfondirne taluni aspetti, ovviamente, su di un piano puramente ipotetico. E inizierei portando un esempio concreto, un fatto realmente accaduto a una persona che conosco e che appare senz’altro riconducibile alla casistica in discorso.

La persona, che chiameremo Amelia, è una giovane donna di grande intelligenza e, cosa che non guasta mai, di bell’aspetto la quale lavora con mansioni di portineria in una struttura amministrativa, in una città del centro Italia. Amelia, fra i suoi compiti, ha quello di compiere, poco prima dell’orario di chiusura, il giro dell’intera struttura per verificare che ogni accesso sia chiuso e che le stanze siano in ordine. Continua a leggere Mandela Effect

Ipnosi

Premessa

Nessuno sa cos’è l’ipnosi. Ciò che si può affermare è che si tratta di una tecnica praticata con successo in diverse situazioni e da molti soggetti. Tuttavia, nessuno di costoro ha la minima conoscenza di ciò che sta facendo e di cosa accade nell’individuo durante l’induzione ipnotica. Funziona e, per questo, si fa ma non si ha la minima idea di cosa si sta facendo, in realtà. La cosa curiosa, se volete, è che, nonostante tale buio concettuale, sono state sviluppate più tecniche ipnotiche, efficaci per soggetti diversi. Cercherò, quindi, di proporre una lettura singolare del fenomeno prescindendo da qualunque cosa ne sia stata detta sin qui e specificando, inoltre e se ce ne fosse bisogno, che ciò che diremo sarà da collocare in ambito esclusivamente ipotetico. Continua a leggere Ipnosi

Eros e Thanatos

Premessa

L’intenzione iniziale era di descrivere l’Eros, ossia la componente sessuale dell’amore. Tuttavia, non è in alcun modo possibile descrivere l’amore senza, nel medesimo tempo, parlare della morte. Questo perché Eros (Ἔρως) e Thanatos (θάνατος) sono inestricabilmente legati siccome sintesi della miscelazione delle due forze fondamentali: Rosso e Latone. Di seguito, sono elencate talune delle proprietà fondamentali di queste due forze. Continua a leggere Eros e Thanatos

Ambiti Nevrotici

Il Diavolo Arcani Maggiori

Carlo è meccanico. Possiede un’officina all’interno della quale assembla e ripara i motori a combustione interna. Non tutti, in realtà. Diciamo che ripara quelli che bruciano idrocarburi. Carlo è molto bravo nel suo lavoro e la sua officina è molto ben attrezzata. Carlo vanta una conoscenza profonda del funzionamento dei motori a combustione interna al punto che, solo ascoltandone uno mentre sta funzionando al minimo, riesce a individuare eventuale problemi presenti o che, addirittura, si presenteranno da lì a breve. Carlo sa fare questo perché, negli anni, ha imparato a trattare i motori quasi come un’estensione del suo stesso essere. Infine, potremmo affermare che Carlo ama i motori, almeno quanto quelli amano lui. Continua a leggere Ambiti Nevrotici

Teoria dei Campi Psichici

[Il presente articolo è un rimaneggiamento dell’originale, redatto per la prima volta nel 2015. Il lavoro di restyling si è reso necessario dopo la pubblicazione dei due articoli sull’Arte dell’Agguato, linkati di seguito, i quali hanno rese obsolete talune parti presenti nel lavoro originale. I rimandi a questi due articoli riguardano il sistema client/server (architettura a tre livelli) e la struttura dell’internal brain e dell’outer brain, nonché i meccanismi di cristallizzazione neurale. Il lavoro originale non è più disponibile nella sezione download].

 ***

Abstract

L’articolo rappresenta sommariamente la Teoria dei Campi Psichici, ossia la descrizione di cosa tali oggetti sono e di come interagiscono per formare le c.d. Eggregore. Entrambi gli oggetti sono descritti in termini di struttura e funzioni. L’articolo è completato da una sezione dedicata alla c. d. manipolazione dei Campi Psichici. Continua a leggere Teoria dei Campi Psichici