La Bestemmia

Premessa

Deorum iniuriae diis curae (delle ingiurie agli dei si occupino gli dei), così gli antichi romani che della vita avevano compreso un bel po’. Poi, nel 380 d.c., il cristianesimo divenne religione ufficiale dell’impero e la bestemmia divenne un grave reato e, forse, non è un caso che 15 anni dopo, nel 395, alla morte di Teodosio I, lo Stato Romano conobbe la sua fine con la suddivisione in una parte occidentale e una orientale (parte occidentale che, per altro, sopravvive solo sino al 476, quando Odoacre depone Romolo Augusto, l’ultimo imperatore … che dire, ‘sti cattolici so’ proprio ‘na iattura). Continua a leggere La Bestemmia

Annunci

BDSM

Premessa

Vorrei, anzitutto, scusarmi con l’intera comunità BDSM poiché, pur non essendo un esperto praticante, mi accingo a scriverne. Questo, in effetti, potrebbe apparire supponente e assicuro che non è mia intenzione esserlo. Ho solo alcune idee che vorrei condividere rispetto a un fenomeno che sta espandendo sempre più. Accetterò, quindi, qualsiasi critica vorrete muovere all’articolo a patto che, in omaggio alla leather subculture, sia rivestita di lucida pelle nera. Continua a leggere BDSM

Fuoco cammina con me

«Nell’oscurità di un futuro passato
il mago desidera vedere.
Un uomo canta tra questo mondo e l’altro.
Fuoco, cammina con me»

Dopo aver indagato il mistero dell’acqua, è tempo di scherzare col fuoco.

Fra i 4 elementi è senza dubbio quello a me più simpatico e congeniale, anche perchè rispetto agli altri, è l’unico che difficilmente in natura troviamo a portata di mano: se aria, acqua e terra possiamo sperimentarli direttamente ogni giorno, il fuoco dobbiamo accenderlo. Continua a leggere Fuoco cammina con me

I Rifiuti del Bel Paese

Mi ero ripromesso di non farlo ma, considerata l’esilarante evoluzione degli attuali fatti di cronaca politica, ho pensato di rendervi partecipi dell’inusitato diletto che mi sta offrendo questa campagna elettorale. In verità, sin dal lontano 1994, Berlusconi mi ha regalato numerosi momenti d’ilarità, tuttavia erano anni che non ridevo così. Intendiamoci, il capo-comico è ancora lui, ma quelli che durante il ventennio erano solo comprimari, ora sembrano avere acquisito uno spessore teatrale di tutto rispetto. E vediamoli ‘sti campioni. Continua a leggere I Rifiuti del Bel Paese

Vudù a modo mio

Everybody pays, everybody suffers (Papa Legba AHS)

Devo avvertire il lettore che il presente lavoro è lontanissimo da qualsiasi intento enciclopedico. Il Vudù è una religione complessa, di conseguenza, moltissimi aspetti del fenomeno in discorso sono dati per conosciuti o, in ogni caso, conoscibili sfruttando le numerose fonti rese disponibili dalla rete. Altresì, il problema della nomenclatura è semplicemente bypassato con l’adozione secca del nome Vudù, con il quale intendo indicare le religioni afro-americane di Haiti.

L’intero lavoro è orientato alla dimostrazione della natura parassitica del Vudù. Natura, ovviamente, condivisa con qualunque altra religione (la base teorica del fenomeno è rinvenibile in Parassitismo Psichico). Di conseguenza e come sono solito fare, l’intero articolo punterà a un’analisi sia psicologica, sia stregonesca del fenomeno.

Buona lettura. Continua a leggere Vudù a modo mio

Predatori e Prede

Introduzione

Penso che per questo sbrindellato paese non vi sia mai stata la reale possibilità di liberarsi dall’intenso afrore di brassica oleracea lessata che ne caratterizza ogni singola manifestazione. Intendiamoci, il broccolo è un ortaggio delizioso e davvero versatile, non a caso è associato alla cucina italiana. Tuttavia, offre un aspetto di sé che, diciamocelo, se si potesse evitare, sarebbe meglio. Il punto è che non si può. Come a dire che, quando hai a che fare con il Bel Paese, quell’attimo di tanfo irrespirabile che ammorba l’intera casa e ti fa pensare a un cadavere nascosto nell’armadio è un prezzo che devi comunque pagare.

Ecco, sino a qualche anno fa ero persuaso che l’arte di produrre tali miasmi fosse un’eccellenza tutta italiana. Oggi, non la penso più così poiché l’età e la relativa esperienza mi hanno insegnato che ogni etnia è maestra nel praticare questo poco nobile mestiere. Magari non saranno essenze di broccolo lessato, ma di nauseabondi fetori sempre si tratta. Il nero frutto del gioco denominato Predatori e Prede. Continua a leggere Predatori e Prede

Smontare il Mistero della Percezione

Premessa

Il presente articolo costituisce il tentativo di fornire un punto di vista diverso del complesso fenomeno che va sotto il nome di Percezione, nonché un affinamento della descrizione di taluni processi già esposti nell’articolo dal titolo Eros e Thanatos.

La Percezione è un prodigio che ciascun individuo sperimenta in ogni istante di veglia pur restandone, nel medesimo tempo e rispetto ai meccanismi che la governano, del tutto inconsapevole. Ciò accade perché gli individui sono costantemente focalizzati sul cosa stanno percependo, mentre censurano il come. Ho descritto il motivo di un tale comportamento in diversi articoli, tuttavia e a prescindere dai meccanismi sottesi, tutto questo è descrivibile come la conseguenza immediata e diretta di un habitus che dipende in modo preponderante dalla specifica asimmetria di Keter.

Quest’articolo, quindi, tratta di Percezione, proponendone un approccio inconsueto, lontano dai criteri delle neuroscienze. Ciò che farò, piuttosto, sarà cercare di condurre il lettore nel punto nel quale potrebbe divenire auto esplicativo il fatto che Percezione e Processo Creativo (PC) sono la medesima cosa. Non ha, quindi, senso parlare di Percezione separatamente dagli altri due elementi fondamentali del Processo Creativo, ossia Keter e il Punto d’Unione (PU). Di conseguenza, tratteremo l’insieme dinamico di questi tre elementi come un tutto unico e inscindibile. Continua a leggere Smontare il Mistero della Percezione

Il Mago Oronzo

Non credo negli analisti perché, a qualsiasi categoria appartengano (economia, geopolitica, ecologia, sociologia, statistica e via elencando) e a prescindere dalle reali capacità dei singoli (troppo spesso millantate), ciascuno di loro ha il problema cogente di portare a casa la pagnotta. E questo, molto semplicemente, vizia ogni loro analisi poiché il primo interesse dell’analista non è la verità, bensì l’omeostasi di chi lo sta pagando. Continua a leggere Il Mago Oronzo

Spostamenti del Punto d’Unione

Nei due articoli sul Doppio Mnestico (parte prima e seconda), ho cennato allo spostamento del Punto d’Unione (PU), descrivendolo come fenomeno conseguente al mutamento della Frequenza di Salto (FS). Qui vorrei cercare di approfondire ulteriormente il funzionamento di tale, specifico meccanismo e, per farlo, riprendo in parte il discorso già fatto negli articoli linkati. Continua a leggere Spostamenti del Punto d’Unione

Il Doppio Mnestico – Seconda Parte

Mi sono impegnato nella stesura di questa seconda parte del lavoro dedicato al Doppio Mnestico a seguito delle osservazioni postate sia da Cesare, in calce all’articolo precendente, sia di altre persone, pervenutemi via mail. In effetti, l’aver creduto di poter esporre con chiarezza un argomento così complesso in un solo articolo è stato un errore al quale intendo ora cercare di porre rimedio.

La prima precisazione riguarda l’ambito di competenza dell’analisi proposta. In specifico, l’oggetto di studio è solo il Doppio Mnestico il quale è cosa profondamente diversa dal Doppio Immortale. Affermo che il DM è un luogo nel quale l’Io Osservatore può, in certi casi, sperimentare una dimensione esistenziale che trascende i limiti egoici (per questo, come abbiamo visto, il DM si trasforma sempre in una trappola mortale). Tuttavia, trattasi di un oggetto conoscibile tramite esperienza diretta e, di conseguenza, abbastanza precisamente descrivibile. Continua a leggere Il Doppio Mnestico – Seconda Parte

Il Doppio Mnestico

Struttura e Funzionamento

Per comprendere la natura del Doppio, la sua finalità, nonché il modo con il quale questo comunica con l’Io Osservatore è necessario tenere presente il fatto che l’essere umano è (anche) descrivibile come un sistema tripartito composto da:

  1. Un Io Osservatore (IO, parte reale);
  2. Un Ego (parte virtuale fisica);
  3. Un Doppio Mnestico (DM, parte virtuale psichica, outer brain).

L’unica parte reale è l’IO perché espressione diretta della Coscienza che anima il Burattino. Perciò, sia il corpo fisico, sia il DM hanno una pura funzione di contenitore, con la conseguenza che entrambi, poiché virtuali, sono soggetti al continuo rimodellamento da parte del potere creativo. Continua a leggere Il Doppio Mnestico

Anima

Premessa

È giunto il tempo di affrontare in modo diretto l’argomento più difficile e, senza dubbio, più pericoloso in assoluto, ossia il rapporto del singolo individuo con la sua Parte Immortale. Cercherò di farlo, per quanto possibile, senza ambiguità e senza sottacere alcunché rispetto a ciò che è stata la mia esperienza durante i molti anni del confronto con essa.

Tuttavia, devo avvertire il lettore che ciò che mi accingo a scrivere potrebbe non piacere per nulla. Vi sono, infatti, taluni tópoi (nel senso di luoghi comuni) che farò semplicemente a pezzi, nonostante il radicamento profondo che hanno in ciascuno di noi. Mi riferisco a meccanismi di vario tipo, da quelli che vorrebbero attribuire a tale parte un genere femminile piuttosto che maschile, a quelli che proiettano su quest’oggetto contenuti che non gli appartengono affatto quali l’amore, la fratellanza, la gioia, piuttosto che la colpa, il bisogno d’espiazione o di apprendimento. Continua a leggere Anima

Dinamica Endecadimensionale – Tempo

Abstract

Quel che vorrei cercare di descrivere in quest’articolo è uno specifico aspetto del funzionamento di ciò che ho denominato Campo Endecadimensionale (CE). A tale proposito, ricordo che il CE rappresenta propriamente l’aspetto dinamico del Multiverso, ossia del super-insieme composto da 2048 universi (tra i quali, anche il nostro) che definisco, altresì, la Creatura.

Ebbene, ciò che mi appresto a rappresentare è un’ipotesi di funzionamento del CE tramite le proprie, specifiche ipostasi, ossia le undici dimensioni che, grazie a combinazioni semplici, danno origine a tutti i 2048 universi esistenti.

Di seguito, intendo proporre un’ipotesi di lettura per una specifica anomalia che ritengo presente nella dimensione Tempo. Continua a leggere Dinamica Endecadimensionale – Tempo

Evolutive Resetting (Mandela Effect II)

Mandela Effect (Parte I)

Dovendo scegliere fra un aggiornamento dell’articolo originario (linkato qui sopra) e il redigerne uno nuovo, ho preferito la seconda soluzione giacché non si tratta di aggiornare ipotesi già espresse, bensì di formularne una completamente nuova e diversa. Non volendo in ogni caso ripetere cose già scritte, invito il lettore, se non l’ha già fatto, a leggere la Parte I poiché, senza quella, questa potrebbe risultare poco comprensibile. Continua a leggere Evolutive Resetting (Mandela Effect II)

La Chiusura del Cerchio

L’argomento che intendo esporre è già stato parzialmente trattato  nell’articolo dal titolo Eros e Thanatos, laddove ho descritto la morte dell’organismo biologico come l’effetto della danza di Rosso. Qui, vorrei approfondire alcuni aspetti della morte, fornendo al lettore una visione inedita e realmente sovversiva di questo elemento. Continua a leggere La Chiusura del Cerchio

Le Avventure di… Filocchio

C’era una volta … un re? No, c’era una volta un pezzo di legno destinato a diventare burattino degli Eloah, ma che, per fortuna, pian piano si svegliò fino a diventare un “doppio” cosciente e non più un buffo ciocco secco da stufa, buono solo per nutrire il fuoco divino.

Chi avrebbe mai pensato che Carlo Lorenzini, in arte Collodi, fosse andato così vicino alla soluzione della Danza Folle, o almeno a una sua descrizione molto molto molto approssimativa (nel senso di “prossima”, vicina)?

Il merito da attribuire a quel vecchio ubriacone pederasta, è quello di aver descritto con tanta semplicità la realizzazione del Doppio per raggiungere lo Stato Terzo. Una descrizione tanto semplice da passare per una stupida favoletta per bambini. Continua a leggere Le Avventure di… Filocchio

Mandela Effect

La Giustizia Arcani Maggiori

Mandela Effect (Seconda Parte)

Premessa

Ho già trattato, ancorché incidentalmente, questo argomento in un articolo precedente. Qui vorrei approfondirne taluni aspetti, ovviamente, su di un piano puramente ipotetico. E inizierei portando un esempio concreto, un fatto realmente accaduto a una persona che conosco e che appare senz’altro riconducibile alla casistica in discorso.

La persona, che chiameremo Amelia, è una giovane donna di grande intelligenza e, cosa che non guasta mai, di bell’aspetto la quale lavora con mansioni di portineria in una struttura amministrativa, in una città del centro Italia. Amelia, fra i suoi compiti, ha quello di compiere, poco prima dell’orario di chiusura, il giro dell’intera struttura per verificare che ogni accesso sia chiuso e che le stanze siano in ordine. Continua a leggere Mandela Effect

Ipnosi

Premessa

Nessuno sa cos’è l’ipnosi. Ciò che si può affermare è che si tratta di una tecnica praticata con successo in diverse situazioni e da molti soggetti. Tuttavia, nessuno di costoro ha la minima conoscenza di ciò che sta facendo e di cosa accade nell’individuo durante l’induzione ipnotica. Funziona e, per questo, si fa ma non si ha la minima idea di cosa si sta facendo, in realtà. La cosa curiosa, se volete, è che, nonostante tale buio concettuale, sono state sviluppate più tecniche ipnotiche, efficaci per soggetti diversi. Cercherò, quindi, di proporre una lettura singolare del fenomeno prescindendo da qualunque cosa ne sia stata detta sin qui e specificando, inoltre e se ce ne fosse bisogno, che ciò che diremo sarà da collocare in ambito esclusivamente ipotetico. Continua a leggere Ipnosi

Eros e Thanatos

Premessa

L’intenzione iniziale era di descrivere l’Eros, ossia la componente sessuale dell’amore. Tuttavia, non è in alcun modo possibile descrivere l’amore senza, nel medesimo tempo, parlare della morte. Questo perché Eros (Ἔρως) e Thanatos (θάνατος) sono inestricabilmente legati siccome sintesi della miscelazione delle due forze fondamentali: Rosso e Latone. Di seguito, sono elencate talune delle proprietà fondamentali di queste due forze. Continua a leggere Eros e Thanatos