Il Nagual Juan Matus e il Vedere

El viejo nagual

El viejo nagual estaba dormido bajo la ramada … sono certo che Juan Matus perdonerà l’impertinenza, ma quelli della mia età che hanno amato Castaneda, credo siano perfettamente consapevoli, poiché lo hanno condiviso, del trasporto profondo che ha informato tutti noi verso la figura del “vecchio nagual”. Vero o inventato che fosse, l’abbiamo molto amato.

Erano gli anni ’70 e noi tutti, ma proprio tutti, si era su un treno che viaggiava a velocità folle. Come seconda generazione della rivoluzione sessuale, in molti sono rimasti sul campo. Alcuni se li è presi l’eroina, altri la “lotta armata”, altri ancora l’impiego in banca, il negozio di cineserie o il bar dello sport.

Nichilisti d’accatto, qualcuno ci ha definiti così e, forse, ci ha pure preso. Tuttavia, di là dai fegati che ancora, silenziosamente rodono e all’occasione vomitano bile, qualcuno di noi è riuscito a mantenere la barra a dritta, senza perdere di vista, nemmeno per un secondo, il fine verbalizzato dalla legacy castanediana: la libertà totale.

Continua a leggere Il Nagual Juan Matus e il Vedere

Annunci