L’Unione

L’Unione non mai stata realizzata prima d’ora. È esistita come idea astratta e, come tale, è stata descritta da alcune tradizioni esoteriche come l’alchimia cinese, quella indiana (già presente dall’età vedica), quella egizia (sfortunatamente perduta negli incendi della Biblioteca di Alessandria), quella araba e quella europea. Continua a leggere L’Unione

Annunci

Gregge Monadico – Il Genio

Spero non me ne vorrà il vecchio Alby se mi sono permesso l’irriverenza di accostare la sua immagine al numero della Bestia. Del resto, senza di lui, forse l’umanità sarebbe ancora viva poiché, forse, non sarebbe mai esistito il progetto Manhattan e, di conseguenza, nemmeno le due bombe atomiche che, annichilendo Hiroshima e Nagasaki, hanno zombificato l’intera razza umana (già me lo vedo l’amico Beowulf sgranare gli enormi, chiarissimi occhi e, con voce nasale, percularmi per il fatto che non mi piace David Lynch emotic22). Continua a leggere Gregge Monadico – Il Genio

Chiocciola Onirica e Mondo 3D

Chiocciola Onirica

Questo lavoro intende fornire una descrizione più precisa dell’intero meccanismo che governa il trattamento delle informazioni oniriche da parte del nostro cervello. Nell’articolo Il Sogno Come Universo a Tre Dimensioni, la Chiocciola Onirica è descritta come serbatoio di memoria onirica, alternativo alla Chiocciola Mnestica (Doppio Mnestico) e inaccessibile durante la fase di veglia.

In realtà, trattasi di descrizione non del tutto corretta poiché tale spazio di memorizzazione è più esattamente rappresentabile come una buffer zone o zona cuscinetto, usata dal brain per immagazzinare le informazioni oniriche grazie, questo sì, alla descritta tattica Last In First Out (LIFO), ma che non sono destinate, se non nei casi specifici che vedremo, ad essere immagazzinate sotto forma di ricordi. Continua a leggere Chiocciola Onirica e Mondo 3D

Il Doppio Mnestico – Seconda Parte

Mi sono impegnato nella stesura di questa seconda parte del lavoro dedicato al Doppio Mnestico a seguito delle osservazioni postate sia da Cesare, in calce all’articolo precendente, sia di altre persone, pervenutemi via mail. In effetti, l’aver creduto di poter esporre con chiarezza un argomento così complesso in un solo articolo è stato un errore al quale intendo ora cercare di porre rimedio.

La prima precisazione riguarda l’ambito di competenza dell’analisi proposta. In specifico, l’oggetto di studio è solo il Doppio Mnestico il quale è cosa profondamente diversa dal Doppio Immortale. Affermo che il DM è un luogo nel quale l’Io Osservatore può, in certi casi, sperimentare una dimensione esistenziale che trascende i limiti egoici (per questo, come abbiamo visto, il DM si trasforma sempre in una trappola mortale). Tuttavia, trattasi di un oggetto conoscibile tramite esperienza diretta e, di conseguenza, abbastanza precisamente descrivibile. Continua a leggere Il Doppio Mnestico – Seconda Parte

Il Doppio Mnestico

Struttura e Funzionamento

Per comprendere la natura del Doppio, la sua finalità, nonché il modo con il quale questo comunica con l’Io Osservatore è necessario tenere presente il fatto che l’essere umano è (anche) descrivibile come un sistema tripartito composto da:

  1. Un Io Osservatore (IO, parte reale);
  2. Un Ego (parte virtuale fisica);
  3. Un Doppio Mnestico (DM, parte virtuale psichica, outer brain).

L’unica parte reale è l’IO perché espressione diretta della Coscienza che anima il Burattino. Perciò, sia il corpo fisico, sia il DM hanno una pura funzione di contenitore, con la conseguenza che entrambi, poiché virtuali, sono soggetti al continuo rimodellamento da parte del potere creativo. Continua a leggere Il Doppio Mnestico

Eloah

[Avvertenza. L’articolo risale alla fine del 2015 e, da allora, talune cose sono cambiate. In realtà, basta una lettura degli articoli pubblicati su questo blog dopo quel periodo per rendersene conto. Tuttavia, ove necessario, nell’articolo ho aggiunto note che specificano meglio tali aggiornamenti].

Questo lavoro era nato in un modo davvero molto diverso. Era accaduto che, a un certo punto della mia vita, mi fossi persuaso d’essere sul punto di morire. Ciò mi aveva indotto a voler scrivere la cronaca di quel che pensavo dovesse essere l’ultimo evento che il guerriero avrebbe dovuto affrontare sul Filo del Rasoio, ossia la morte del corpo fisico. Continua a leggere Eloah

Dreamless State

Le Stelle Arcani Maggiori

Il Dreamless State (DS) o stato privo di sogni è uno stato dell’essere nel quale non esiste alcun bisogno di fare una qualunque cosa. I più maliziosi potrebbero pensare al paradiso dei pigri e, in effetti, da pigro devo dire che ci si sta davvero bene. Tuttavia, il Dreamless State è sinonimo di Libertà Totale giacché è lo stato dell’essere che deriva da un Doppio Mnestico totalmente fluido.

Scopo di quest’articolo, è descrivere, per quanto possibile e, in ogni caso, molto brevemente cosa voglia dire in termini concreti portare se stessi in Dreamless State.

Chiunque abbia la costanza di distruggere, uno dopo l’altro, tutti i propri sogni, arriva necessariamente dentro una dimensione precettiva molto precisamente definita e, soprattutto, uguale per tutti. Sotto questo profilo, è bene ricordare che il Dreamless State non è un dono (non esiste niente che ci possa donare qualsiasi cosa e, anche se esistesse, quel dono non sarebbe mai davvero nostro e, prima o dopo, lo perderemmo), bensì una conquista. E che ciò che è stato conseguito in questo modo, non può essere perduto. Continua a leggere Dreamless State