L’Unione

L’Unione non mai stata realizzata prima d’ora. È esistita come idea astratta e, come tale, è stata descritta da alcune tradizioni esoteriche come l’alchimia cinese, quella indiana (già presente dall’età vedica), quella egizia (sfortunatamente perduta negli incendi della Biblioteca di Alessandria), quella araba e quella europea. Continua a leggere L’Unione

Annunci

Il Doppio Mnestico – Seconda Parte

Mi sono impegnato nella stesura di questa seconda parte del lavoro dedicato al Doppio Mnestico a seguito delle osservazioni postate sia da Cesare, in calce all’articolo precendente, sia di altre persone, pervenutemi via mail. In effetti, l’aver creduto di poter esporre con chiarezza un argomento così complesso in un solo articolo è stato un errore al quale intendo ora cercare di porre rimedio.

La prima precisazione riguarda l’ambito di competenza dell’analisi proposta. In specifico, l’oggetto di studio è solo il Doppio Mnestico il quale è cosa profondamente diversa dal Doppio Immortale. Affermo che il DM è un luogo nel quale l’Io Osservatore può, in certi casi, sperimentare una dimensione esistenziale che trascende i limiti egoici (per questo, come abbiamo visto, il DM si trasforma sempre in una trappola mortale). Tuttavia, trattasi di un oggetto conoscibile tramite esperienza diretta e, di conseguenza, abbastanza precisamente descrivibile. Continua a leggere Il Doppio Mnestico – Seconda Parte

L’Arte dell’Agguato – Psicodinamica

Chi se lo sarebbe mai aspettato che, dopo una vita dedicata alla ricerca della “pietra”, si potesse giungere al punto di vedere, con una chiarezza che non lascia adito ad alcun dubbio, che il Lapis Philosophorum è nulla più di una confabulazione delirante?

Dopo Il Mattino dei Maghi di Louis Pauwels e Jacques Bergier, dopo Jorge Luis Borges e il suo Aleph, dopo le Nozze Chimiche di Christian Rosenkreutz e persino dopo la conferma sperimentale dell’esistenza delle onde gravitazionali, chi poteva concepire con la fantasia un simile epilogo? Continua a leggere L’Arte dell’Agguato – Psicodinamica

Dover Credere e Mitopoiesi

L'imperatrice Arcani Maggiori

Abstract

Quest’articolo prosegue l’analisi riguardante la psicodinamica dei Centri muovendo da un aspetto, a mio avviso, sorprendente della mano umana. Per chi non lo sapesse, la chirognomia è la parte della chiromanzia che tratta la forma della mano (mentre la chirologia ne studia le linee) e, quel che qui interessa, è propriamente un particolare aspetto chirognomico legato alle nostre dita e, in specifico, al numero, alla forma e alle corrispondenze con i nostri tre cervelli.

Partendo, quindi, da questo specifico aspetto, cercherò di descrivere uno dei tratti più profondi e decisivi dell’umano agire, ossia la necessità di dover credere in qualcosa. Di conseguenza, tratterò la mitopoiesi, ossia la creazione mitologica, come naturale conseguenza della suddetta direttiva.

Molto bene, possiamo iniziare. Continua a leggere Dover Credere e Mitopoiesi