Smontare il Mistero della Percezione

Premessa

Il presente articolo costituisce il tentativo di fornire un punto di vista diverso del complesso fenomeno che va sotto il nome di Percezione, nonché un affinamento della descrizione di taluni processi già esposti nell’articolo dal titolo Eros e Thanatos.

La Percezione è un prodigio che ciascun individuo sperimenta in ogni istante di veglia pur restandone, nel medesimo tempo e rispetto ai meccanismi che la governano, del tutto inconsapevole. Ciò accade perché gli individui sono costantemente focalizzati sul cosa stanno percependo, mentre censurano il come. Ho descritto il motivo di un tale comportamento in diversi articoli, tuttavia e a prescindere dai meccanismi sottesi, tutto questo è descrivibile come la conseguenza immediata e diretta di un habitus che dipende in modo preponderante dalla specifica asimmetria di Keter.

Quest’articolo, quindi, tratta di Percezione, proponendone un approccio inconsueto, lontano dai criteri delle neuroscienze. Ciò che farò, piuttosto, sarà cercare di condurre il lettore nel punto nel quale potrebbe divenire auto esplicativo il fatto che Percezione e Processo Creativo (PC) sono la medesima cosa. Non ha, quindi, senso parlare di Percezione separatamente dagli altri due elementi fondamentali del Processo Creativo, ossia Keter e il Punto d’Unione (PU). Di conseguenza, tratteremo l’insieme dinamico di questi tre elementi come un tutto unico e inscindibile. Continua a leggere Smontare il Mistero della Percezione

Annunci

Il Doppio Mnestico

Struttura e Funzionamento

Per comprendere la natura del Doppio, la sua finalità, nonché il modo con il quale questo comunica con l’Io Osservatore è necessario tenere presente il fatto che l’essere umano è (anche) descrivibile come un sistema tripartito composto da:

  1. Un Io Osservatore (IO, parte reale);
  2. Un Ego (parte virtuale fisica);
  3. Un Doppio Mnestico (DM, parte virtuale psichica, outer brain).

L’unica parte reale è l’IO perché espressione diretta della Coscienza che anima il Burattino. Perciò, sia il corpo fisico, sia il DM hanno una pura funzione di contenitore, con la conseguenza che entrambi, poiché virtuali, sono soggetti al continuo rimodellamento da parte del potere creativo. Continua a leggere Il Doppio Mnestico

La Fine Del Razionalismo

L'imperatore Arcani Maggiori

Tutto parte dall’intuizione fondamentale che la c.d. realtà è creata, un istante dopo l’altro, da noi. Non si tratta di un’idea nuova, piuttosto è un concetto che è con l’uomo da sempre e dal quale l’uomo stesso è sempre fuggito, temendolo sopra qualunque altra cosa. Tuttavia e non potendo fuggire dalla verità in eterno, nel corso dei millenni questa consapevolezza è cresciuta, subendo una profonda e lentissima evoluzione, sino all’avvento della c.d. meccanica quantistica che l’ha resa, paradossalmente, vera nemesi del razionalismo. In realtà, il razionalismo è solo l’ultima vittima di questo processo di consapevolezza. Prima di esso è venuto “dio”, morto durante il secolo scorso, fra il cordoglio e la costernazione di molti. Continua a leggere La Fine Del Razionalismo